Testimoniare il Futuro restando saldi nell'Adesso

Testimoniare il Futuro restando saldi nell'Adesso

NATALE E CAPODANNO IN PRESENZA

Il simbolo ha importanza solo per il suo significato.

Il vestito di una persona ha un suo valore, ma mai quanto la persona che lo indossa, il quale dà significato al vestito e testimonia l’utilità della sua esistenza. È dunque più importante ciò che c’è all’interno, il significato, rispetto alla forma, il simbolo.

Anche se il simbolo non viene riconosciuto da tutti a livello mondiale, se un individuo dona a questo simbolo un’importanza vitale, allora poco importa che questo simbolo non sia avvalorato dal mondo intero, poiché per il singolo ricopre un’importanza fondamentale.
È questo ciò che davvero conta.

 

IL NATALE

 

Nelle feste di Natale praticamente tutti sono costretti a fare i conti con uno degli spauracchi più temuti dall’Uomo: i parenti!

Il simbolo ha importanza solo per il suo significato.

Il vestito di una persona ha un suo valore, ma mai quanto la persona che lo indossa, il quale dà significato al vestito e testimonia l’utilità della sua esistenza. È dunque più importante ciò che c’è all’interno, il significato, rispetto alla forma, il simbolo.

Anche se il simbolo non viene riconosciuto da tutti a livello mondiale, se un individuo dona a questo simbolo un’importanza vitale, allora poco importa che questo simbolo non sia avvalorato dal mondo intero, poiché per il singolo ricopre un’importanza fondamentale.
È questo ciò che davvero conta.

 

IL NATALE

 

Nelle feste di Natale praticamente tutti sono costretti a fare i conti con uno degli spauracchi più temuti dall’Uomo: i parenti!

 

Invece di attuare i soliti meccanismi di difesa, estraniandovi dalla situazione e cercando di passare il minor tempo possibile con loro, sfruttate questa occasione preziosa per STARE con tutti gli attriti e le reazioni che i parenti – e le persone a loro connesse – vi procurano.

STATE con loro, con le reazioni interne ma anche con i parenti… senza scappare!

È un’occasione d’oro e per quanto ne sappiamo – per alcuni di loro è evidente, ma anche per noi vale lo stesso – potrebbe essere l’ultima possibilità in cui approfondire direttamente la conoscenza dei nostri traumi e STARE con persone che sono maestre nella manifestazione dei nostri attriti.

 

Cercate di essere Vigili in ogni sguardo, movimento e parola che avvengono in queste circostanze, così da cogliere al meglio ogni più piccola sfumatura e apporre ad essa il Fuoco della Presenza. Sfruttate ogni occasione e, se ve la sentite, potreste anche inserirvi volontariamente in discussioni o discorsi al quale non avreste mai partecipato, con il fine di osservarvi meglio e mettere la personalità in una situazione scomoda, obbligandovi così a Ricordarvi di voi. Ma senza esagerare. Fate solo ciò che davvero vi sentite di fare, ovvero ESSERCI.

Se augurate il Buon Natale, auguratelo bene, ponendo attenzione al vostro Cuore e comunque augurando il meglio.

 

Per quanto riguarda lo Spirito del Santo Natale, condivido l’articolo del mio più grande amico e collaboratore Salvatore Brizzi, articolo in cui è racchiuso ciò che ho sempre sentito anch’io sin da bambino su questa magia che chiamiamo Natale: Babbo Natale esiste davvero

 

IL VEGLIONE E IL CAPODANNO

 

La fine dell’anno è simbolica.

Non avviene niente di eccezionale a livello astronomico o astrologico, ma gli esseri umani possono sfruttare questo simbolo a vantaggio dell’espansione della Coscienza.

Anche se non siete d’accordo sulla data del Capodanno, perché magari credete che la precessione degli equinozi non sia stata calcolata come si deve o perché ritenete che il calendario andrebbe rifatto per via della sua inesattezza, vi posso garantire che tutto questo non ha una grande rilevanza, perché ciò che conta è il significato – ciò che SENTITE dentro, anche quando non ve ne accorgete – che ognuno di voi dà inconsciamente ad ogni simbolo.

Quindi, dopo questa premessa, possiamo tranquillamente affermare che il Capodanno assume un suo importante significato simbolico, anche quando si ripetono frasi come: «è una notte come un’altra»; oppure: «io me ne vado a dormire prima della mezzanotte perché non cambia proprio niente».

 

Il momento del passaggio da un anno all’altro rappresenta simbolicamente il passaggio più importante della vita di ogni Uomo: la dipartita.

Si chiama infatti Veglione di Capodanno e il suo significato è diretto, ovvero esplicito nel suo termine. Vegliare, essere Presenti e Ricordarsi di sé, prima di un’investitura o prima di un ‘passaggio’ importante, è l’azione più regale e più Sacra che un Essere Umano possa svolgere in queste circostanze.

Nel vangelo questo concetto è molto chiaro:

 

«Quanto però a quel giorno o a quell’ora, nessuno lo sa, né gli angeli nel cielo né il Figlio, eccetto il Padre.

Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento.» Mc 13, 32–33

 

Nei momenti prima della mezzanotte, è bene essere Vigili e Presenti, in modo da prepararsi simbolicamente al passaggio. Ogni sensazione, pensiero ed emozione non vanno fatti sfuggire all’occhio vigile dell’anima, poiché rappresentano le resistenze che la personalità innesca per non lasciare andare ciò che deve essere lasciato andare – per via del controllo e della paura – e rappresentano anche le increspature generali che caratterizzano la macchina biologica.

Si possono raggiungere altissime realizzazioni anche solo in quei momenti, se apportata la giusta Attenzione.

 

Consiglio di scrivere su un foglietto ciò che volete lasciare all’anno passato: affetti, situazioni o mansioni, ma anche certe emozioni, malesseri e pensieri/ragionamenti non più necessari. Potete anche inserire i nomi delle persone, ma a patto che siate profondamente neutri nei loro confronti, poiché sono solo attori che mettono in scena ciò che non volete vedere dentro di voi e non crudeli carnefici malvagi e addormentati. Se così non fosse e ci fossero ancora personalismi con queste persone, vi consiglio di omettere i loro nomi.

Successivamente questo bigliettino andrà donato al fuoco – va bene anche se infiammato con un accendino – che purificherà ciò che vi siete preparati a purificare ed affinare all’interno di voi.

 

 

Il picco di Presenza lo si dovrebbe avere nel momento esatto del passaggio. Sforzatevi di rimanere nel corpo, oltre che nel Cuore. Il Fisico è l’unico corpo che dimora nel Qui-e-Ora ed è un fedele alleato che non può ingannarvi. Le emozioni e i pensieri invece possono annegarvi nelle proiezioni e nei desideri, allontanandovi dal Momento Presente, per questo è bene ancorarsi al corpo fisico.

Affidatevi a lui.

 

Nella misura in cui riuscite, siate Presenti alla stessa sensazione di esistere.

Questo sarebbe il vero Ricordo di sé.

 

Se siete con altre persone e fate il brindisi, cercate di essere il meno meccanici possibile. Per esempio, con il brindisi, potete aiutarvi ad essere Vigili guardando negli occhi ogni persona con cui brindate e, se ve lo ricordate, potete anche benedirla nel momento del contatto fisico e visivo, recitando mentalmente: “che Dio ti Benedica”. Ma è importante che rimaniate Presenti a voi stessi e che siate il più neutri possibile.

 

Nel caso non fosse possibile fare il brindisi, potete comunque stringere la mano dei presenti o abbracciarli, il consiglio sulla vigilanza e sulle benedizioni non cambia.

Il brindisi è un simbolo molto importante: nei primi istanti dell’anno nuovo, il brindisi rappresenta il compimento e attesta ciò che è già stato completato.

Sarebbe il “Tutto è compiuto” di Gesù.

Dunque, dopo la dipartita, aspettatevi un brindisi in vostro onore!

 

Dopodiché è bene scrivere su un altro bigliettino almeno un intento per l’anno nuovo: ciò che volete realizzare o a cui ambite in questo nuovo anno. Scrivete solo ciò che davvero potete realizzare e non cose troppo alte come “la totale apertura del Cuore” o astratte come “l’Illuminazione massima nell’ottava dimensione”!

È un avvertimento.

Sappiate che, se esagerate, vige sempre la regola “chiedi e ti sarà dato”, ovvero: la vita si modificherà in modo da farvi vivere esperienze della levatura di ciò che avete desiderato, per testare ed affermare ciò che avete chiesto. Quindi se avete chiesto l’Amore di Gesù, l’esistenza vi farà vivere esperienze all’altezza del Cuore di Gesù!

E Lui ha un Cuore grande …davvero davvero grande!

 

Questo bigliettino va tenuto addosso per una settimana, nella tasca o nel portafogli, oppure lo potete metterlo sotto il cuscino e dormirci sopra – o entrambi -, l’importante è che lo facciate per almeno 7 giorni consecutivi. Se volete lo potete tenere addosso per 28 giorni: questi rappresentano un ciclo completo, composto da 7 giorni per 4 settimane, ovvero un lavoro fisico, astrale, mentale e animico, ma i 7 giorni vanno comunque bene. Questo intento potete rileggerlo ogni tanto, in modo da fissarlo anche nel mentale concreto, oltre che nell’inconscio. Dopodiché lo potete tenere in casa e mettere sotto ogni bottiglia d’acqua che utilizziate, in modo da imprimere l’intento nell’acqua che ogni giorno vi disseta.

 

I TAROCCHI ED ALTRI SIMBOLI IMPORTANTI

 

Il primo dell’anno, entro le h. 17:00, è anche possibile fare un tiraggio annuo con i Tarocchi. È importante effettuare questo tiraggio prima del tramonto, quando il Sole è ancora presente e visibile nel cielo.

Occorre munirsi degli Arcani Maggiori dei Tarocchi – io utilizzo quelli di Jodorowsky ma vanno benissimo anche i classici Marsigliesi –, mischiarli in Presenza e chiedere al Padre ciò che ci serve di più. Prima accertatevi che tutti gli arcani siano rivolti tutti nello stesso lato, così da evitare di pescare carte al contrario.

 

Stendete davanti a voi i 22 arcani e, sempre Ricordandovi di voi, pescate con la mano sinistra l’Arcano dell’Anno. Questa lama rappresenta in generale l’energia e le situazioni di cui sarà caratterizzato l’intero nuovo anno per voi, poiché ne è la sintesi.

Ricordatevi che tutti gli arcani hanno una loro ottava alta (virtù) ma anche una loro ottava bassa (difetti), dunque ogni arcano è di per sé stesso una Via per raggiungere le qualità animiche più elevate, partendo da ciò che ora vedete come problemi da eliminare.

Dopodiché ringraziate e rimescolate TUTTI gli Arcani Maggioni.

Ridisponeteli davanti a voi e, sempre in stato di Ricordo di sé, pescate con la mano sinistra i mesi dell’anno, partendo da gennaio fino a dicembre. È bene fare tre file da quattro arcani (ovvero: gennaio febbraio, marzo, aprile; e sotto maggio, giugno, luglio ecc.) in modo da avere davanti a voi il quadro completo dell’anno e coglierne i vari collegamenti. Se l’arcano dell’anno dovesse essere presente in questo tiraggio, vuol dire che in quel mese si conclude un determinato ciclo, per passare al ciclo successivo. Se così non fosse vuol dire che dovrete ricordarvene per l’anno dopo, osservando dove sarà presente l’arcano dell’anno 2023 nel tiraggio del 2024, e così via.

Potete fotografare sia l’arcano dell’anno e sia il tiraggio dei 12 mesi, così da averli sempre a portata di mano e magari stamparli per visualizzarli durante tutto l’anno.

 

       ۝       ⁓

 

Non tutti sanno – ma ogni anno ho modo di accertarlo personalmente – che i 12 giorni successivi al Veglione sono la sintesi dei 12 mesi che compongono il nuovo anno. In pratica si vive simbolicamente la rappresentazione dei mesi, ma sintetizzati in 12 giorni: il primo giorno rappresenta il mese di gennaio, il secondo giorno quello di febbraio …e così via.

 

Ogni giorno, se sarete Presenti, vi potreste accorgere che succederà qualcosa di particolare che caratterizzerà l’esperienza del mese corrispondente.

Per esempio: se il terzo giorno avete male alla pancia, è probabile che a marzo si presenteranno situazioni che andranno a stimolare le nostre emozioni di pancia (si dice anche: “una situazione da mal di stomaco”) oppure si presenteranno alcuni problemi fisici (la pancia può anche non essere compresa nei problemi; in questo caso funge da simbolo del corpo fisico). Se invece il decimo giorno ci sentiamo felici, anche senza ragione apparente, è possibile che ottobre sarà un mese sereno o che ci regalerà sorprese appaganti, e via dicendo. Annotare ciò che avete vissuto nel Diario dell’Alchimista è cosa buona e giusta, oltre che caldamente consigliata.

 

Anche in questi giorni, più vi Ricordate di voi e più facilitate il Lavoro di raffinazione già in atto al vostro interno. Il Ricordo di sé, infatti, è un acceleratore per la realizzazione e rappresenta l’unico catalizzatore di Coscienza!

In pratica il solo strumento del Risveglio.

Detto questo, ogni singolo attimo che dedicate alla Veglia e alla Presenza, soprattutto in questi momenti, forgerà il terreno sul quale si poggerà ogni esperienza che vivrete nell’anno nuovo; a patto che la Fiamma della Vigilanza venga vivificata di giorno in giorno.

 

       ۝       ⁓

 

Alla sesta edizione del Capodanno in Presenza 2023, che si svolgerà a Milano e al quale è ancora possibile iscriversi, ci si allenerà nell’ARTE DI RITORNARE A SÉ, grazie alle attività Sacre create apposta per stimolare il Ricordo di sé, insieme ad un gruppo di persone che ha scelto di trascorrere il Veglione in stato di reale Veglia.

Se non riuscite ad essere con noi fisicamente potrete comunque essere con noi e con tutte le persone nel mondo che si sforzano di esserlo. Per farlo occorre che anche voi vi sforziate di essere vivi e di restare nel Qui-e-Ora poco prima, durante e poco dopo la mezzanotte del 31. Il Ricordo di sé e la Presenza annullano tutte le distanze in quanto ci collega direttamente al Cuore.

Quindi, se non ci vediamo a Milano (Pero per l’esattezza), ci ritroveremo nel Cuore!

 

Buon Santo Natale, buon Veglione e buon anno nuovo!

Che Dio vi Benedica.

Prossimi appuntamenti


CHERASCO (CN) e in diretta streaming


La Fratellanza Bianca

Serata di celebrazione ai Maestri della Gerarchia

dalle h. 20:30 alle 22:00
 
Per info e iscrizione OBBLIGATORIA scrivere a: info@iosonoignis.it


MILANO

 

L’ARTE DI RITORNARE A SÉ

CAPODANNO IN PRESENZA 2023

con Fabio Pietro Iacontino

 

 
Domenica 31 dicembre 2023
dalle h. 17:00 alle 00:30 c.a.
Per info e iscrisione: Link


LEVICO TERME (TN)

Seminario

IL RISVEGLIO COME NECESSITÀ

i Principi del Lavoro su di sé

con Fabio Pietro Iacontino

 


Domenica 26 novembre 2023
dalle h. 10:00 alle 18:30 c.a.
 
Per info e iscrizione OBBLIGATORIA scrivere all’associazione FucinAlchemica:
fucinalchemica@gmail.com Tel. 346.1801578 oppure Silvia: 348 2850241

 

☄️  CORSO DI RISVEGLIO ☄️

2024

 

TORINO

 

 

Conduce: Fabio Pietro Iacontino

Prima lezione: domenica 21 gennaio 2024

Seconda lezione (ultima in cui ci si può inserire): domenica 18 febbraio 2024

Cadenza: un incontro al mese

Orario: 10:00 – 18:30

Info: torino@corsidirisveglio.it

 

◦       ◦       ◦       ۝       ◦       ◦       ◦

 

Per informazioni sulle altre città in cui vengono proposti i Corsi di Risveglio

dagli istruttori consigliati,  visitate il sito: www.corsidirisveglio.it

LA LUCE SUL SENTIERO

video-conferenza integrale

“Dal neofita all’Iniziato, le indicazioni date in questo breve testo possono portare il praticamente alla vetta massima, se comprese e corroborate.”

Video-conferenza  di 2 ore

A SOLI 15€

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Si consiglia di tenersi aggiornati iscrivendosi alla newsletter di questo blog (qui) del sito dei Corsi di Risveglio (qui) e di seguire gli eventi e i post della pagina Intelligentia Solis su Facebook.

ARTICOLI

LA RICOMPENSA
LA RICOMPENSA
IL RICONOSCIMENTO
IL RICONOSCIMENTO
ESSERE FUSI
ESSERE FUSI
SULL'ALLONTANAMENTO
SULL'ALLONTANAMENTO
COOPERAZIONE e COLLABORAZIONE
MISSIONE e SERVIZIO
MISSIONE e SERVIZIO
L'ARDORE della BELLEZZA
L'ARDORE della BELLEZZA
CHIARIMENTI SULLA REINCARNAZIONE E SULL’ANIMA
ACCUMULARE ENERGIA
ACCUMULARE ENERGIA
IL VERO TALENTO
IL VERO TALENTO
NATALE E CAPODANNO IN PRESENZA
NATALE E CAPODANNO IN PRESENZA
DEDICATO AI GIOVANI DI OGGI
DEDICATO AI GIOVANI DI OGGI
EMOZIONI SUPERIORI E SERVIZIO
EMOZIONI SUPERIORI E SERVIZIO
GLI OSCURI E I FIGLI DEL FUOCO
GLI OSCURI E I FIGLI DEL FUOCO
L’OSSESSIONE
L’OSSESSIONE
CHE FINE HA FATTO IL PROGETTO COMUNITÀ?
ELOGIO AL DOLORE
ELOGIO AL DOLORE
L’ONORE DI DICHIARARSI AVVERSARI
LE QUALITÀ DELL'ANIMA
LE QUALITÀ DELL'ANIMA
IL CONTATTO DIRETTO
IL CONTATTO DIRETTO
IL VERO LAVORO
IL VERO LAVORO
C’È SEMPRE UN MOTIVO
C’È SEMPRE UN MOTIVO
MUSICA E COSCIENZA
MUSICA E COSCIENZA
SERVIRE L’UMANITÀ
SERVIRE L’UMANITÀ
Lavoro su di sé VS chiusura su di sé
Giudizio e Educazione
Giudizio e Educazione
Ferire per paura di aver ferito
L'Invisibilità
L'Invisibilità
La profondità del Presente
La profondità del Presente
Le differenze
Le differenze
LA SOFFERENZA
LA SOFFERENZA
LA CACCIA AL TESORO
LA CACCIA AL TESORO
IL PERIODO ATTUALE
IL PERIODO ATTUALE
NATALE E CAPODANNO IN COSCIENZA
IL PIGMENTO DI COLORE PERFETTO
IL PIGMENTO DI COLORE PERFETTO
I FALSI PROFETI E LA FASCINAZIONE
LE VACANZE
LE VACANZE
CORSI DI RISVEGLIO 2022/2023
Cronache della COMUNITÀ DEL FUTURO
QUANDO LE COSE VANNO MALE …RINGRAZIA!
ANIMA E PERSONALITÀ
ANIMA E PERSONALITÀ
ORGANIZZARSI PER VINCERE
ORGANIZZARSI PER VINCERE
PULIZIE AUTUNNALI
PULIZIE AUTUNNALI
AUTODETERMINAZIONE E INDIVIDUO INTERNAZIONALE
🔥 CORSI DI RISVEGLIO 2021/2022 🔥
L'INTENTO È PIÙ FORTE DELLE AZIONI
LE DINAMICHE DEL SERVIZIO
LE DINAMICHE DEL SERVIZIO
L'OSSERVAZIONE  E LE SOSTANZE PSICOTROPE
PROGETTO COMUNITÀ
PROGETTO COMUNITÀ
L'UTILIZZO DEI SOCIAL
L'UTILIZZO DEI SOCIAL
L'Estasi dell'Anima
L'Estasi dell'Anima
TEST EVOLUTIVO: risultati
TEST EVOLUTIVO: risultati
Evidenza e Realtà
Evidenza e Realtà
La certezza dell'incertezza
La certezza dell'incertezza
NESSUNA SCORCIATOIA
NESSUNA SCORCIATOIA
La Legge di Corrispondenza
La Legge di Corrispondenza
IL BUONSENSO
IL BUONSENSO
Atti di estrema rivoluzione
Atti di estrema rivoluzione
Il senso di Colpa
Il senso di Colpa
DIMORARE NELL' ADESSO
DIMORARE NELL' ADESSO
Il Simbolo, il Veglione e il Ricordo di sé
Chiarimenti sulla Presenza
Chiarimenti sulla Presenza
Sulla Leggerezza
Sulla Leggerezza
La Ricerca perpetua
La Ricerca perpetua
La Vita ci vuole Svegli
La Vita ci vuole Svegli
Creare un Mondo Nuovo
Creare un Mondo Nuovo
La necessità della Scuola
La necessità della Scuola
LE GUIDE SUL SENTIERO
LE GUIDE SUL SENTIERO
RAFFINARE LE PERCEZIONI
RAFFINARE LE PERCEZIONI
LA LEGGE DI COMPENSAZIONE
LA LEGGE DI COMPENSAZIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *